La bollitura di legni ed altri arredi

29.12.2015 17:56

La bollitura di legni ed altri arredi.

 

Considerando che i batteri svolgono un ruolo essenziale nei cicli della materia e che circa la metà della biomassa totale è costituita da essi, mi pare evidente che sia un controsenso andare a sterilizzare tutto quanto deve entrare in una vasca perché di questi batteri non si può certo fare a meno. Ciò nonostante spesso viene consigliato di farlo da più parti.

 

                      Batteri osservati al microscopio in contrasto di fase.

 

Se si vogliono uccidere col calore vari microrganismi è possibile farlo impiegando tre diversi metodi: 

 

la bollitura,

il vapore sotto pressione,

il calore secco.

 

Facendo bollire per 15 minuti, ad esempio, una piccola radice è  praticamente possibile distruggere tutte le cellule vegetative batteriche e archeali, i virus ed i funghi; tuttavia ciò potrebbe non avere alcun effetto sulle endospore batteriche presenti.

 

             Altra immagine di batteri osservati al microscopio in contrasto di fase.

 

Si indica con D il tempo di riduzione decimale ovvero il tempo richiesto per ridurre di dieci volte una popolazione batterica. Ad esempio da 10 elevato a 6  a 10 elevato a 5.

Le varie endospore batteriche hanno differenti valori D. Il tempo necessario per ridurre di 10 volte la popolazione di Bacillus cereus è di 0,8 minuti (D 0,8), ne occorrono 5 per eliminare completamente e dunque per sterilizzare una sospensione di endospore di Bacillus anthracis, 25 minuti per Bacillus licheniformis e 459 minuti per Bacillus stearothermophilus. Quindi, come si può intuire, la bollitura non garantisce una completa sterilizzazione, come si resero conto in passato coloro che volevano confutare la teoria della generazione spontanea.

 

Con la bollitura si va  ad eliminare molti organismi utili già presenti sulla radice del legno, non si sterilizza completamente;  ma si sbilanciano soltanto i rapporti tra le varie specie ed in definitiva si va  ad allungare i tempi di “maturazione” di una vasca perché in breve i batteri (e non solo) torneranno ad insediarsi. Ad esempio Bacillus mycoides è un comune contaminante dell’aria ed è chiaro che in breve tornerà ad occupare l’habitat da cui lo abbiamo strappato. Ed a cosa ci è servito allora far bollire la nostra radice, una roccia od un ciotolo?

 

Vorrei far anche notare che le endospore di varie specie batteriche non germinano finchè non sono sottoposte a “shock” termico ovvero sino a quando non vengano esposte ad elevate temperature. Quindi è anche possibile che con la bollitura si vada a risvegliare specie che senza non si sarebbero risvegliate.

 

Vorrei  ricordare infine che i batteri formanti endospore si trovano principalmente nel suolo, nei sedimenti acquatici e nel fango e che dunque sono ospiti comuni in un acquario.

 

 

Cerca nel sito

Contatti

La natura al microscopio